lunedì 26 gennaio 2015

Un progetto ... tutto da ridere!

Vi presento un catalogo di seminari frutto dei molti anni di esperienza maturata come formatore e del desiderio di proporre una formula innovativa di apprendimento più concretamente efficace. Si tratta di

È il progetto di un’offerta formativa che si ispira alla famosa frase del filosofo inglese Alan Wilson Watts che affermava che: “giocare non è un sollievo dall'apprendimento serio … giocare è serio apprendimento.
Mi occupo di formazione degli adulti da molti, molti anni e ho sempre pensato che per favorire l’apprendimento sia indispensabile creare un clima di disponibilità al confronto, di abbandono delle “divise del ruolo”, di ascolto reciproco, di sorrisi e di risate che accomunano. Per un adulto il cambiamento – requisito indispensabile dell’imparare qualcosa di nuovo – è difficile, sa di rischio e di fatica e le metodologie esperienziali sono indispensabili per ricondurci al gioco e al piacere di nuove conoscenze.

A chi può interessare
Tutti coloro che
  • sanno quanto sia difficile adottare un nuovo comportamento, imparare nuove abilità, sviluppare nuove competenze
  • hanno sperimentato l'efficacia della formazione basata sullo sperimentare, giocare, mettersi in discussione oppure ... vogliono provare
  • sanno che solo abbandonando la propria zona di comfort relazionale, di ruolo professionale e sociale e mettendosi in discussione è possibile realizzare un percorso di crescita
La prima proposta del nuovo catalogo è imperniata sulla Comunicazione Assertiva, naturalmente, e riguarda due seminari dal titolo Ridere è BenEssere.  Le date sono 
5-6 marzo 2015 a Milano presso Istituto Piero Pirelli 
7-8-9 maggio 2015, con formula residenziale, al Borgo di Pomaia (Pisa)

 Per il programma dei corsi
Per vedere i programmi dei Corsi
Per maggiori informazioni scrivi a ridereimparare@outlook.it oppure telefona al 338-7565445 chiedendo di Bruna Ferrarese



domenica 28 dicembre 2014

Il tuo primo amico ... sei tu!

L'autostima è la misurazione che ognuno di noi fa di sè stesso. 
Una sorta di bilancio, quindi, che deriva dalla conoscenza che abbiamo delle nostre caratteristiche alle quali annettiamo anche un "peso" in termini di valore.
L'assertività si fonda su una solida fiducia in sè stessi, intesa come capacità di valutare correttamente le proprie abilità e capacità e lavorare al miglioramento dei propri aspetti meno pregevoli.
Tutto ciò si consegue se ci consideriamo il nostro progetto più importante e se dedichiamo attenzione a noi stessi e alla creazione delle migliori condizioni di sviluppo della nostra personalità.
Un'intima conoscenza e consapevolezza del proprio valore - purchè fondata sulla realtà dei fatti - è necessaria per instaurare una corretta relazione con gli altri e comunicare senza fraintendimenti. Per ottenere questo risultato è utile ritagliarsi del tempo per riflettere su di noi, per "fare il punto" su obiettivi da perseguire e ideali/valori che ci caratterizzano: delle vere e proprie "riunioni con sè stessi".
In definitiva, se non piaci a te stesso sarà palese anche agli altri che difficilmente ti guarderanno in modo favorevole!